RETROFIT MECCANICI

Modello R940: Retrofit elettronico ad alto impatto evolutivo

2016 (sviluppato nel 2016 e installato nel 2017)

Modello R940

Rotativa modello R940 che rappresenta il modello di punta della famiglia 9xx, rotativa a prestazioni medio/alte sia come velocità che come performances in relazione ai materiali stampati.

Questa modello di macchina è particolarmente adatto per la stampa di carta fino a 100g/mq, film 15÷25 micron, accoppiati fino a 120g/mq, applicazione lacche e cold-seal a registro, larghezza banda in stampa max 1250mm, sviluppi cilindri stampa 450÷1020 mm, velocità di stampa max. 400 m/min.

Fattibile per i modelli

Su tutti i modelli serie 900 quali R910, R920, R930, R940, R945, R950, R960 ad asse meccanico

The case

Rotativa ad elevate prestazioni con produzioni molto particolari e specifiche, molto utilizzata ed estremamente performante, dotata di Azionamenti Digitali Reliance Maxitron M9000 e di PLC Reliance Automax. I motori sono in corrente continua e la rotativa è ad albero meccanico e tale è rimasta.

Molti dei componenti elettrici ad alta tecnologia, azionamenti e PLC, sono da qualche anno oggi (2018) in elevato stato di obsolescenza per cui il guasto di uno di loro può generare gravi problemi di fermo macchina, e portare a allungamento dei tempi di ripristino dovuti alla difficile reperibilità di parti di ricambio.

Sono stati sostituiti gli azionamenti per motori CC Reliance Maxitron con i nuovi modelli a controllo digitale Rockwell PowerFlexDC, per motore principale, comando indipendente ES9, assi bobine svolgitore e riavvolgitore, traino trattatore corona, traino infeed, traino outfeed, quindi 9 azionamenti di diversa taglia. Sono state sostituite e CPU Reliance Automax con le nuove Rockwell ControlLogix, e tutti gli I/O Reliance serie Europea non più reperibili sul mercato, con le nuove serie Rockwell 1756 e 1734.

Non è stato necessario sostituire i quadri elettrici, e si è operato su quelli esistenti direttamente in campo  al fine di ridurre il tempo di installazione e quindi di fermo macchina. I materiali da sostituire sono stati accuratamente preparati e precablati in sede per minimizzare il tempo di installazione.

Sono state riviste e migliorate tutte le sequenze di macchina, in particolare sono state ripristinate tutte le parti che si erano danneggiate nel tempo, cambiati i sensori difettosi e ricollaudato il tutto.

Il sistema di supervisione è stato completamente sostituito per renderlo conforme alla nuova piattaforma di automazione e allo stato dell’arte HW e SW, dando inoltre la possibilità di implementare una connessione remota per il servizio di assistenza remota 24/7.

In questo caso sono state eseguite anche alcune migliorie meccaniche quali, modifica struttura dei ballerini relativi ai traini infeed e outfeed migliorandone le caratteristiche dinamiche e quindi la regolazione, aggiunta di rulli su celle di carico sempre nelle zone infeed ed outfeed per monitoraggio tiri banda, fornitura di rulli raffreddati di nuovo tipo senza barilotto interno

Tempi

Quattro settimane di fermo macchina, più una settimana di assistenza in produzione, la rotativa è stata completamente ricollaudata e sono stati fatti i test di stampa più significativi con i relativi materiali.

Targets

Il primo target era quello di fare fronte all’obsolescenza delle componenti elettroniche, per questo motivo il cliente ha deciso di intervenire con un retrofit focalizzato sulla dimensione elettrica/elettronica della macchina.

Si è inoltre deciso di cogliere l’occasione per sostituire anche alcuni trasduttori a favore di altri più performanti e allo stato dell’arte, come ad esempio sonde termiche per rilevamento temperature, trasduttori elettropneumatici, sensori vari.

Performance improvements

Sono state ricostruite, migliorate ed arricchite tutte le sequenze di macchina più importanti.

In particolare, grazie alle modifiche meccaniche prima descritte relative ai ballerini ed ai rulli raffreddati, è stato possibile migliorare notevolmente le regolazioni sul tiro banda in macchina, in particolare in ingresso e tra gli ES, ottenendo dei benefici sulla qualità di stampa, con un registro stampa più stabile in particolare durante i transitori.

Anche il sistema di supervisione è stato migliorato nella gestione delle varie funzioni, quali preset delle varie parti di macchina, tiri, posizione compensatori, temperature, varie rampe di accelerazione, taper sul ri-bobinatore, e la possibilità, come già detto, di attivare un servizio di assistenza remota continuativa.

Note

Tutte le rotative modello 940 in grado di essere retrofittate come qui descritto. Questo tipo di retrofit inoltre offre il massimo vantaggio in termini di rapporto prezzo/prestazioni, in quanto rende la rotativa, pur mantenendo le sue caratteristiche di macchina ad albero meccanico e azionata da motori CC, perfettamente allineata con lo stato attuale dell’arte a livello di automazione. Questi fattori impattano positivamente sul ritorno di investimento di tale retrofit, considerando anche l’allungamento del termine di obsolescenza delle componenti elettroniche di ricambio di ulteriori 10-15 anni.